Vince la Kalush Orchestra con la canzone “Stefania”, un mix di rap, folk e beat hip hop. È dedicata alle madri dei membri della band e si basa sulle loro vere esperienze di vita. “È un brano su mia madre – ha raccontato Psiuk – Non le ho mai dedicato una canzone e non sono affatto sicuro che la nostra relazione sia stata particolarmente intensa in passato, ma so che si merita questa canzone.

Una vittoria indubbiamente “morale”, considerato il momento. Non so dire se meritata o meno perché non ho la competenza per giudicare brani dei quali non conosco la lingua, ma certamente rappresentativa: show must go on nonostante tutto, e forse questa è la (vittoria) alla quale ci stiamo tutti abituando con quella facilità disumana che a tratti, spaventa un pò. Mentre la gente muore, e fugge come uno sciame di topi senza dimora, la vita trascina con sé il suo carrozzone: la baldoria che ha il super potere di creare nuvole dalle quali piovono gioia e felicità. Si parla di una Mariupol che verrà restaurata e che sarà pronta per ospitare la prossima edizione, come a dire che la guerra in corso avrà una fine e l’Ucraina potrà finalmente godere di un momento di forte rinascita. Ce lo auguriamo, ci mancherebbe ma nel frattempo i morti sono morti e chi è rimasto e rimarrà vivrà per sempre il dolore della perdita.

Fra folclore, bandiere, una Pausini scatenata, un Malgioglio #addoro, paillettes e applausi, si va avanti a ricamare i merletti della finzione, perché non c’è niente da fare, la finzione piace! Quella sensazione gradevole che si avverte sul momento, mentre nei mari navigano in sordina navi da guerra e in TV imperversano le immagini cruente della guerra: perché è guerra quella roba lì, ed è morte quell’affare che si vede fra uno scoppio e l’altro poi la si rigiri a comodo e piacimento, quello è!

Qualcuno penserà alle note stonate del mio post ma purtroppo non ho in dono la capacità di fingere allegria quando non ce n’è, e aggiungo, tanto meno desidero appartenere a quella fetta di umanità che pur di saziarsi in qualche modo di bellezza ostentata, dimentica l’orrore che da domani mattina tornerà al suo posto dopo essere stato soppiantato da una settimana di “unione europea” che sappiamo tutti bene quanto coli il brodo dai suoi buchi.

Un plauso va ai musicisti ucraini che hanno provato il brano “a distanza” non potendosi incontrare di persona in patria, sicuramente una posizione la loro molto complicata, ma ce l’hanno fatta e questo è quel che conta.

Magari adesso un pò di silenzio…

30 pensieri su “Vince L’Ucraina all’Eurovision 22

  1. Personalmente l’ho seguito tutto, non per fare festa, ma perché apprezzo la musica, sono stata molto contenta che abbia vinto l’Ucraina, al di là del messaggio che si è voluto dare, ho apprezzato molto la canzone perché particolare e con stili diversi perfettamente assemblati.
    Trovo scandaloso che abbia rischiato di vincere la Spagna, che al di là del balletto e di un bel fondoschiena non aveva nient’altro, mentre altre canzoni con messaggi importanti sono state del tutto ignorate. Ho apprezzato anche il modo di esultare dell’Ucraina, molto composto e non sguaiato come altri. Uno dei motivi per cui l’ho seguito è anche vedere come l’aveva organizzato l’Italia, se degnamente o se ci saremmo fatti ridere dietro, invece devo dire che è stato organizzato molto bene e sono stati all’altezza, sia come scenografia che per tutto il resto.
    Buon pomeriggio sist.

    Piace a 3 people

    1. Ho seguito anch’io con grande interesse, come ogni anno.
      Le mie preferite:
      – Rep Ceca
      – Azerbaijan
      – Lituania

      La cantante cubana/spagnola gran gnocca, ma la canzone… insomma.
      Non male neppure la canzone Ucraina (vincitrice) e la Serbia (meno banale di quanto possa sembrare).

      Che dire?
      Certo: festa, luci, colori e musica stridono con la guerra.
      Ma l’alternativa? Abolire il festival?

      Alla guerra replichiamo con la musica, abolire anche le 7 note mi sembra un errore

      Piace a 1 persona

  2. rentrée depuis vendredi je passe faire un cou. Pas d’avis spécifique sur cela mais je pense que c’est pas mal du aux évènements qui touche ce pays, c’est bien ça leur mais du baume auy cœurs Bon dimanche

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...