Vado a ritirarlo nel pomeriggio se non diluvia a secchiate, e questo è sempre il momento più bello: l’attesa di un libro che presto avrò fra le mani e che attendo di leggere impaziente. Il libro è di Tommaso Scotti, classe ’84 che si è trasferito a vivere in Giappone, laureato in matematica con dottorato di ricerca a Tokyo. Dopo il suo primo libro, L’ombrello dell’imperatore, ecco il suo nuovo romanzo Le due morti del signor Mihara, nel quale l’ispettore Nishida torna ad investigare. Un Giappone sconosciuto e oscuro, corroso da antichissime e spietate tradizioni. Questo il teatro in cui l’ispettore nippoamericano Nishida si trova ad affrontare un caso impossibile da risolvere.

Vi dirò nel frattempo attendo con un pò di sano buonumore pre-libro😉

27 pensieri su “Attesa librosa=buonumore.

  1. Io avevo – ed ho ancora, anche se in forma limitata – le attese spasmodiche per i dischi dei miei beniamini musicali. Quante trepide attese, quante palpitazioni, che gioia avere in mano il disco nuovo!

    Piace a 1 persona

  2. In lista… sto leggendo “credere allo spirito selvaggio” di Nastassja Martin e ho ancora sul comodino “Trema la notte” di Nadia Terranova e la trilogia della città bianca di Eva García Sáenz de Urturi.

    "Mi piace"

Comments are now closed.